Antonio Guerriero di Dio

Girato tra Sabaudia e Priverno/Fossanova nel 2006

1263. Un frate, di fronte a ciò che resta del corpo di Sant’Antonio, inizia a raccontare la sua storia. La storia del santo comincia dal suo arrivo in Italia dal Portogallo a bordo di una nave che trasporta un tesoro. La figura di Antonio, che prima di tutto era un uomo, si lega a quella di numerosi personaggi che incontra lungo il suo cammino.

Yado

Girato sull’altopiano di Camposecco (AQ) nel 1985

La principessa Sonja intende vendicare i propri familiari uccisi dalla perfida regina Gedren, ed allora parte alla ricerca della rivale, dopo che costei ha rubato una preziosissima, magica pietra verde che garantisce l’equlibrio dell’universo solo se è sepolta sottoterra. Sonja parte alla ricerca di Gedren aiutata dal cavaliere Yado e da Tarn, il principe bambino della città di Halboc…

Little Rita West

Girato sull’Altopiano di Camposecco (AQ) nel 1967

Individuata nell’oro la radice dei mali del mondo, Little Rita spende le sue doti di pistolera nel rapinare i banditi. Poi nasconde il malloppo in una miniera per farla saltare in aria, con la complicità di un giovane cowboy che si è innamorato di lei.

Preparati la Bara

Girato sull’Altopiano di Camposecco (AQ)

David propone al suo amico Django di aiutarlo ad ottenere la carica di governatore. Django si rifiuta di dargli una mano e preferisce mettersi in viaggio con un prezioso carico d’oro da trasportare al deposito federale. Durante il viaggio, alcuni banditi, capeggiati da Lucas, assaltano il convoglio, massacrano la scorta e uccidono la moglie di Django. Deciso a vendicarsi si mette a capo di una banda.

Lo Chiamavano Trinità

Girato sull’Altopiano di Camposecco (AQ) nel 1970

Trinità (Terence Hill), un pigro e velocissimo pistolero, raggiunge in un piccolo paese del West il fratello Bambino (Bud Spencer), diventato sceriffo. In realtà Bambino non è un vero sceriffo: è un ladro di cavalli in attesa del resto della sua banda. Nel paese un ricco proprietario di cavalli, il maggiore Harriman, è in lotta con una comunità di mormoni: vuole infatti farli sgomberare dalla vallata per far pascolare la sua mandria. Trinità, innamoratosi di due ragazze della comunità, e Bambino, burbero ma allergico ai prepotenti, aiuteranno i pacifici mormoni a difendersi.

Continuavano a Chiamarlo Trinità

Girato sull’Altopiano di Camposecco (AQ) nel 1971

Trinità (Terence Hill) e il fratello Bambino (Bud Spencer) promettono al loro padre quasi morente di intraprendere finalmente insieme una dignitosa carriera di fuorilegge. Giungono così in una città dove Parker, un signorotto locale, smercia armi ai ribelli messicani approfittando dei frati e soggiogandoli. I due, scambiati per un equivoco per agenti federali, cercano di trarre vantaggio dalla situazione: Trinità conquista la bella figlia di un agricoltore ed entrambi vorrebbero intascare la somma consegnata dai messicani ai frati per le armi. Alla fine si metteranno contro Parker e i suoi uomini in difesa dei religiosi.

Ciakmull

Girato sull’Altopiano di Camposecco (AQ) nel 1970

Ciakmull, un giovane che non ricorda niente della sua vita passata, fugge dalla casa di cura nella quale è ricoverato e si dirige verso Osaka, una cittadina del west alla quale si sente legato da vaghi ricordi. Qui viene riconosciuto come fratello da Udo, un giovane appartenente a una delle famiglie più potenti della zona, il quale, dopo averlo accolto nella propria casa, lo istiga ad uccidere Caldwell, anziano capo di una famiglia rivale. Prima che possa mettere in atto il delitto, Ciakmull scopre però che la vittima predestinata è in realtà il suo vero padre e che Udo, approfittando della sua amnesia, ha messo in atto un diabolico piano per sbarazzarsi di Caldwell e dei suoi familiari. Ucciso Udo, Ciakmull si reca nella casa di Caldwell, ma l’accoglienza che vi trova è ben lungi da quella sperata. Il fratello Alan, dopo avergli rinfacciata la sua origine illegittima, gli punta contro la pistola, deciso ad ucciderlo. Ciakmull ricorda allora come molti anni prima lo stesso Alan avesse tentato di ucciderlo, colpendolo al capo con un bastone. Ritenuto morto da tutti, egli aveva vagato a lungo, privo di memoria per il colpo ricevuto, finché era stato ricoverato nella casa di cura. Prima che Alan riesca a far fuoco contro di lui, Ciakmull estrae la pistola e lo uccide. Poi si allontana per sempre dalla sua casa e dalla sua città.

Gina Lollobrigida

Nata a Subiaco (RM) nel 1927

Seconda di quattro figlie di un piccolo commerciante, ha trascorso un ‘infanzia povera a Subiaco, un piccolo paese di montagna nel Lazio. Diplomatasi all’Accademia delle Belle Arti in pittura e scultura, ha cominciato a lavorare come modella, professione che le ha aperto le porte del mondo dei concorsi di bellezza. Nel 1947 partecipa a Miss Italia classificandosi terza, dietro alla vincitrice Lucia Bosè e a Gianna Maria Canale. Nel cinema ha esordito con il film ‘Aquila nera’ (1946). Nel 1949 viene ingaggiata dai talent scout americani per interpretare ad Hollywood un film prodotto e diretto da Howard Hughes, opportunità, questa, che sfuma a causa di contrasti di natura contrattuale con il produttore. [Tornerà poi a Hollywood nel 1954 sotto altre vesti, non come semi – esordiente ma come attrice già affermata, per ‘Il tesoro dell’Africa’, di John Huston (1954). Il film avrà un successo tale che l’anno successivo la Lollobrigida è apparsa sulla copertina del ‘Time’ ed il pubblico americano ha cominciato a parlare di lei come “la cosa migliore dell’Italia dopo gli spaghetti”.] Tornata in Italia nel 1949, sposa il medico jugoslavo Milko Skofic (da cui ha divorzierà nel 1971), da cui ha avuto un figlio. Nel 1955, sulla scorta della sua popolarità e dell’interpretazione del personaggio di Lina Cavalieri nel film omonimo, viene nominata ‘La donna più bella del mondo’. Negli anni del suo maggior splendore, ha fatto tendenza al punto tale che un particolare tipo di acconciatura è stata chiamata ‘lollo’ in suo onore. Ha girato più di 60 film e ha lavorato con i più grandi attori di quegli anni da Mastroianni a Yul Brynner, da Sean Connery e Rock Hudson a Gérard Philip e Frank Sinatra. Negli anni 1970 ha deciso di allontanarsi volontariamente dal cinema per dedicarsi alla fotografia e ha pubblicato cinque libri sulle sue foto. Tra i suoi soggetti preferiti, Paul Newman, Salvador Dalì e la nazionale tedesca di calcio. Si è quindi dedicata ad un’altra delle sue passioni, la scultura. Nel 1992 una sua scultura (un bambino che cavalca un’aquila) dal titolo “Vivere insieme” ha rappresentato l’Italia all’Expo di Siviglia. Dal Presidente Mitterand è stata insignita della Legion d’onore della Repubblica Francese per il complesso delle sue doti artistiche. In Italia è Accademica Onoraria dell’antica ‘Accademia delle Arti del disegno’ di Firenze. Negli anni Ottanta ha recitato nel serial tv americano ‘Falcon Crest’. Si è impegnata per l’UNICEF, l’UNESCO ed è Ambasciatrice della Fao. Nel 1999 ha tentato, senza successo, la carriera politica concorrendo per un posto al Parlamento Europeo.