La Fiamma sul Ghiaccio

Girato a Casalvieri (FR) nel 2005

Fabrizio e Caterina vivono ai margini della società, lui matematico affetto da gravi turbe psichiche che gli impediscono di relazionarsi col prossimo, lei vittima disadattata di attacchi di schizofrenia, finita sulla strada a mendicare dopo un’infanzia traumatica. Un incontro fortuito tra i due farà scoccare la scintilla nel cuore di Caterina, che si getterà con tutte le proprie forze in una disperata rincorsa verso tutto ciò che le rimane: un amore apparentemente impossibile.

Vento di Terra

Girato nel 2003 a Casalvieri (FR)

Enzo, diciottenne, vive con la famiglia a Napoli nel quartiere di Secondigliano. Dopo la morte del padre, il ragazzo tenta di dare una mano, ma si trova coinvolto in una serie di episodi drammatici…

Splendor

Con Marcello Mastroianni (nato a Fontana Liri – FR), girato ad Arpino nel 1988

Jordan, proprietario di una sala cinematografica ad Arpino, è costretto a chiuderla per mancanza di spettatori e a vendere il locale che diventerà un supermercato. L’uomo ripensa alla sua vita, tutta legata a quella sala, mentre il suo proiezionista, “fanatico” di cinema, si rifugia in un modo fittizio popolato di divi dello schermo. E sulla realtà della demolizione si innesca il sogno di un ultimo miracolo.

San Pasquale Baylonne Protettore delle Donne

Girato in Valcomino (FR) nel 1976

Giuseppe Cicerchia, separato dalla moglie Iolanda, noto alla polizia per una serie di piccoli reati connessi con i mezzucci di cui si serve per vivere, si è impiantato da tempo nel montano paese di Busolone ove, basandosi sulla dabbenaggine dei paesani funge da mago-intermediario con un presunto S. Pasquale nel cui nome prescrive ricette amorose alle donne in un modo o nell’altro insoddisfatte. Tra le sue funzioni c’è anche quella di soddisfare di persona. Suoi nemici sono il concorrente Mago di Bagnacavallo, rappresentante di S. Costantino I, che finisce sfracellato al suolo durante un’esibizione di lievitazione dal campanile; e Don Gervasio, il parroco dei paesello. Sarà costui, servendosi di un cognato attore e della sua compagnia di baccanti, a inscenare delle beffe che costringono il “Femminario” – soprannome del Cicerchia – a fare atto di penitenza pubblica e a esulare con il Muto e con l’indemoniata.

Per Grazia Ricevuta

Regia di Nino Manfredi (nato a Castro dei Volsci – FR), con Nino Manfredi.

Girato a Fontana Liri – FR (paese natale di Marcello Mastroianni) nel 1970

Francesco, un pastore appena tornato dal fronte, cerca inutilmente lavoro. Per vendicarsi di un furto subito dal signorotto locale, Antonio, arricchitosi durante la guerra con speculazioni poco pulite, gli ruba alcune pecore. Arrestato e condannato a quattro anni riesce a evadere. Antonio a quel punto si dà alla fuga, portando con sé la sorella di Francesco, Maria Grazia, che ha costretto a diventare sua amante. Ma Francesco e la polizia li inseguono….

Non c’è Pace tra gli Ulivi

Regia di Giuseppe De Santis (nato a Fondi – LT) – Girato a Vallecorsa (FR) nel 1949

Francesco, un pastore appena tornato dal fronte, cerca inutilmente lavoro. Per vendicarsi di un furto subito dal signorotto locale, Antonio, arricchitosi durante la guerra con speculazioni poco pulite, gli ruba alcune pecore. Arrestato e condannato a quattro anni riesce a evadere. Antonio a quel punto si dà alla fuga, portando con sé la sorella di Francesco, Maria Grazia, che ha costretto a diventare sua amante. Ma Francesco e la polizia li inseguono….

Il Medico dei Pazzi

Esempio indiretto di Cineturismo – Girato nel 1954 ed ambientato a Roccasecca (FR)

Ciccillo, nipote di Felice Sciosciammocca, si fa mantenere dallo zio facendogli credere di studiare come medico. Quando lo zio arriva in città inventa uno stratagemma: gli fa credere che i clienti della pensione in cui vive siano pazzi furiosi a lui affidati. L’atteggiamento dei clienti tutto sommato lo aiuta: una vedova invadente, un uomo geloso della moglie allegra, un colonnello irascibile, un attore che prova in continuazione l'”Otello”. Gli equivoci saranno poi chiariti dalla confessione di Ciccillo e dal ritorno di Felice in campagna.

Gli Onorevoli

Esempio indiretto di Cineturismo – Girato nel 1963 ed ambientato a Roccasecca (FR)

Antonio La Trippa, candidato nel PNR, il Partito Nazionale della Restaurazione, va all’affannosa ricerca di voti al grido di “votantonio,votantonio,votantonio”, ma il giorno del suo comizio nel paese natio, Roccasecca, scoperti i veri intenti speculativi del suo partito li denuncia pubblicamente ai concittadini. Svanito il sogno elettorale, Antonio torna alla vita noiosa di sempre.

Giorni d’Amore

Regia di Giuseppe De Santis (nato a Fondi – LT), con Marcello Mastroianni (nato a Fontana Liri – FR).

Girato a Fondi/Sperlonga (LT) nel 1954

Due giovani contadini, Angela e Pasquale, si amano e vorrebbero sposarsi, ma non possono farlo per la mancanza dei soldi necessari alla cerimonia tradizionale. Con la complicità di entrambi i genitori decidono allora di inscenare un finto rapimento. Tutto sembra andare per il meglio, ma sul più bello i loro parenti litigano, rischiando così di compromettere il buon esito dell’impresa.

Ciao Nemico

Girato nelle gole del fiume Melfa nel 1981

Dopo essere sbarcati in Sicilia, fra gli americani ed i resti dell’esercito italiano c’è solo un ponte romano, detto dei ‘Quattro Cesari’, intatto da oltre 2000 anni. Americani e italiani, per opposte ragioni, intendono farlo saltare ed inviano sul posto due squadre di guastatori. La squadra americana, comandata dal tenente Kirby, è una eterogenea pattuglia di scombinati. Il gruppo italiano, diretto dal tenente Tocci, è composta da elementi di una banda musicale scambiati per la famigerata ‘Banda della morte’. Quaranta anni dopo Kirby, professore universitario d’architettura, e Tocci, famoso direttore d’orchestra, si ritroveranno davanti al ponte miracolosamente intatto.